Suggerimenti e trucchi

Le noci possono essere allattate al seno?


Se una donna dopo il parto decide di allattare il suo bambino, la sua dieta deve essere coerente con le esigenze del bambino. E chiedendosi se è possibile mangiare noci durante l'allattamento, una donna pone una domanda importante. Dopotutto, ciò che un adulto può fare non è sempre adatto a un bambino, poiché il suo corpo non è ancora in grado di far fronte a molti elementi del cibo, mentre in un adulto queste sostanze vengono rimosse dal corpo in modo naturale e impercettibile.

È possibile per una madre che allatta le noci

Durante l'allattamento, una donna è obbligata a pensare, prima di tutto, a suo figlio quando prende qualcosa per il cibo. Il corpo infermieristico deve essere accuratamente protetto da molti cibi nocivi, droghe e alcol. Tutto ciò che la madre mangia passa al bambino attraverso il latte, che fornisce al corpo del neonato utili microelementi. Poiché il bambino non ha ancora la sua immunità a tutti gli effetti e riceve la protezione del corpo da sua madre con il latte, i suoi organi sono molto suscettibili a vari cambiamenti nella dieta della donna.

Alla domanda se le noci possono essere allattate al seno, vale la pena notare che questo è uno degli alimenti più innocui e sani. Secondo il dott.Komarovsky, durante l'allattamento, non è necessario limitarsi a nessun prodotto, l'importante è che dà gioia e buon umore alla madre.

I benefici e i rischi di una noce durante l'allattamento al seno di un neonato

La noce stessa è un prodotto ad alto contenuto calorico, nonostante contenga un minimo di carboidrati. La maggior parte delle calorie proviene dai grassi. Quando un bambino non sta ingrassando bene, la madre ha bisogno di aumentare il contenuto di grassi degli alimenti che compongono la sua dieta. Le noci creano un contenuto di grassi aggiuntivo per il latte materno, eliminando i cibi grassi saturi di carboidrati nocivi depositati sulla vita di una donna.

Un altro vantaggio significativo dei chicchi dell'albero del re è che, aumentando il contenuto di grassi della dieta, influenzano la normalizzazione delle feci nella madre e nel neonato. Se il bambino è stitico, la madre dovrebbe iniziare a mangiare qualche noce al giorno, aumentando la percentuale di grasso nel latte materno.

Inoltre, il nucleo contiene acido ascorbico, necessario in inverno per prevenire il raffreddore da malattie virali. L'acido rafforza le pareti dei vasi sanguigni. Ciò è particolarmente importante per quelle donne che soffrono di mal di testa e altre malattie cardiovascolari.

Il valore energetico del prodotto è di 648 kcal per 100 g, di cui 547 appartengono alla parte grassa, il resto sono proteine ​​e carboidrati. Il dado contiene:

  • 10,2 g di carboidrati;
  • 15,4 g di proteine;
  • 65 g di grassi;
  • beta carotene;
  • vitamine A, B2, B2, B5, B6, B9, C, E, K, H, PP;
  • potassio, calcio, zinco, magnesio, manganese, selenio, rame, fosforo, ferro, sodio;
  • alcaloidi;
  • tannini;
  • acidi grassi omega-3.

La noce ha anche controindicazioni. Se una donna soffre di qualsiasi tipo di colite, malattie gastrointestinali, ipertensione o reazioni allergiche ai cibi, allora dovrebbe stare molto attenta a mangiare questo prodotto, poiché anche suo figlio potrebbe avere un'allergia.

Noci per l'allattamento

Alcune donne sviluppano il diabete mellito di tipo 2 dopo il parto, il cosiddetto diabete gestazionale. Questo tipo di diabete è curabile. Nel tempo, osservando una corretta alimentazione e uno stile di vita, una donna può sbarazzarsene. Un modo per abbassare lo zucchero nel sangue senza danneggiare il tuo bambino è mangiare noci. Questa è una delle sue funzioni principali: abbassare il glucosio nel corpo.

Un'altra proprietà del feto è la normalizzazione della circolazione sanguigna nel cervello, necessaria per le donne che soffrono di mal di testa. Le noci possono essere assunte durante l'allattamento con il latte materno in una quantità non superiore a 5 pezzi al giorno, in modo da non provocare l'effetto opposto, per non provocare allergie. Il corpo femminile dopo il parto è molto sensibile ai cambiamenti nella nutrizione e ad eventuali influenze esterne.

Attenzione! Le noci contengono una piccola quantità di olio essenziale, che può causare allergie a un bambino se consumato in modo eccessivo.

C'è un malinteso tra le madri che allattano secondo cui durante l'allattamento il prodotto aumenta la produzione di latte, causando mastite. Infatti non ha assolutamente alcun effetto sul livello di produzione del latte, ma solo sulla sua saturazione calorica.

Quante noci puoi mangiare durante l'allattamento

Poiché la noce è considerata un allergene, se una donna l'ha mangiata raramente prima, non è consigliabile iniziare con una grande quantità. Il corpo deve abituarsi a piccole dosi ed è anche necessario guardare la reazione del bambino a questo prodotto. Se un bambino ha un arrossamento o un'eruzione cutanea sul corpo, specialmente tra le pieghe della pelle e sulle guance, allora dovresti pensare al fatto che il bambino ha un'intolleranza ad alcuni degli alimenti nella dieta della madre.

È possibile capire se valga la pena mangiare noci per una madre che allatta solo dopo due settimane di assunzione a piccole dosi, non più di tre chicchi al giorno. Se dopo 2 settimane di alimentazione il bambino non ha mostrato alcun sintomo di intolleranza, la dose può essere aumentata a 5 pezzi al giorno, poiché questa è la norma quotidiana per un corpo sano. Se una donna dopo il parto ha guadagnato molto peso ed è obesa, l'assunzione di noci dovrebbe essere ridotta al minimo a causa dell'alto contenuto calorico del prodotto.

In quale forma è meglio usare le noci per l'HS

Se una donna, durante l'allattamento, decide di introdurre le noci nella sua dieta e pone la domanda in quale forma può essere mangiata, la risposta è ovvia, in quella che le piace. Alcune persone non sopportano il sapore dei noccioli di noce a causa della loro specifica viscosità in bocca, ma comprendono i benefici del prodotto e non vogliono rinunciarvi. In alternativa, si può consumare l'olio di noci. È ampiamente disponibile nei supermercati, ma poche persone vi prestano attenzione. Non è economico, il suo prezzo per 500 ml è di circa 600 rubli. Aggiungilo alle insalate di verdure come condimento. Un cucchiaino di olio sostituisce il fabbisogno giornaliero del prodotto.

Il dado può essere aggiunto ai cereali insieme alla frutta secca, strofinato in polvere con un frullatore e aggiunto all'insalata. Friggerli durante l'allattamento non ne vale la pena. Fritto di per sé è dannoso e le noci fritte perdono ancora le loro proprietà medicinali se esposte al calore.

Per compiacere una madre che allatta con i dolci con l'aiuto delle noci dopo il parto, eliminando lo zucchero malsano, puoi schiacciare il nucleo e mescolare con miele viscoso o liquido. Questa ricetta è molto utile per il raffreddore. Se il miele è candito e non ce n'è altro in casa, non dovresti scioglierlo, il miele riscaldato perde vitamine.

Allergia alle noci nei bambini

Se la madre non ha mai avuto un'allergia alle noci, ma il bambino ne ha una, il modo migliore per aiutare il bambino è rinunciare a qualsiasi alimento contenente l'ingrediente, compresi i prodotti da forno con noci, kozinak e continuare l'allattamento. L'immunità della madre aiuterà il bambino a far fronte alla malattia.

I sintomi in cui è possibile diagnosticare l'allergia di un bambino alle noci sono i seguenti:

  • eruzione cutanea;
  • vesciche;
  • lacrimazione;
  • naso ostruito;
  • tosse;
  • difficoltà nell'inalazione;
  • diarrea o costipazione;
  • flatulenza;
  • gonfiore del viso;
  • shock anafilattico.

Se si riscontra qualche sintomo, è necessario consultare immediatamente un medico e rimuovere non solo le noci dalla dieta, ma anche i seguenti alimenti:

  • semi;
  • prodotti di soia;
  • Lenticchie;
  • legumi;
  • anacardi;
  • pistacchi;
  • salse e ketchup;
  • mostarda.

Questi alimenti sono di per sé innocui, ma molte persone intolleranti all'allergene della frutta a guscio non reagiscono negativamente nemmeno a questi alimenti. Ed è meglio che una madre che allatta si assicuri astenendosi da questo cibo durante l'allattamento.

Precauzioni

Per proteggere tuo figlio da una reazione indesiderata del corpo, dovresti ricordare se la donna stessa aveva precedentemente avuto un'intolleranza a qualsiasi prodotto. Se c'è stata una tale reazione, mangiare noci durante l'allattamento può danneggiare il neonato. Come accennato in precedenza, il test per la compatibilità del dado con il corpo viene eseguito al meglio introducendo piccole dosi di questo prodotto nella dieta. Le allergie possono manifestarsi su tutti i tipi di frutta a guscio, comprese le noci, e forse solo su alcune. Se una donna ha un'intolleranza alle arachidi, non è un dato di fatto che ci sarà la stessa reazione alle noci. Di solito, le persone allergiche non possono nemmeno toccare l'allergene con la pelle o inalare la polvere dalla buccia.

Controindicazioni

Nonostante gli enormi benefici della noce, ha una serie di controindicazioni. Oltre a chi soffre di allergie, il prodotto non deve essere assunto da donne che soffrono di:

  • malattie del pancreas;
  • malattie della pelle (psoriasi, neurodermite, eczema);
  • alta coagulazione del sangue;
  • ipertensione;
  • obesità 2-4 gradi.

Tutte queste controindicazioni si applicano solo alla madre, il bambino può soffrire solo di allergie a uno qualsiasi dei componenti inclusi in questo prodotto.

Conclusione

Durante l'allattamento le noci non dovrebbero essere assegnate al gruppo dei prodotti rischiosi o, al contrario, molto importanti. Qualsiasi cibo deve essere assunto con moderazione, evitando abusi. Quando si scelgono i prodotti dopo il parto, è necessario ascoltare il proprio corpo, prestando attenzione ai propri desideri e reazioni a un determinato prodotto.


Guarda il video: Allattamento. Quando e perchè smettere di allattare. E vero che poi il latte diventa acqua? (Ottobre 2021).