Casa e giardino

Rinominare il palmo della ventola: ecco come prospera nel nuovo piatto


Se le radici appaiono sotto la terra, è giunto il momento di rinvasare il palmo della ventola. Certo, non puoi farlo come ti pare. Devi prendere in considerazione alcune cose.

Occasionalmente devono essere rinvasati anche i palmi delle ventole: se il palmo della ventola riceve tutti i nutrienti, sufficiente luce e umidità, cresce relativamente rapidamente. In natura, le palme a volte raggiungono un'altezza fino a cinque metri! Sviluppano anche un diametro considerevole. Sebbene la crescita sia più lenta nel normale secchio, è importante rinviare di tanto in tanto il palmo della ventola. Affinché anche il palmo della ventola prosperi nella nuova pentola, devi considerare alcune cose quando rinvii.

Il momento migliore per rinvasare

Quando devono essere rinominati i palmari? Alla domanda è facile rispondere: se sono troppo grandi. Al più tardi quando scopri le radici appena sotto lo strato superiore della terra o i primi frammenti di radice crescono fuori dal foro di drenaggio, il tempo è essenziale. Lo stesso vale se la stabilità non è più garantita. Se il palmo oscilla perché urtato leggermente contro il tronco, ha bisogno di una fioriera più grande.

Tuttavia, non dovresti mettere la palma del ventilatore in una nuova fioriera ad un certo punto, ma usare il tempo di crescita. Questo periodo si estende dalla primavera all'estate. Passando a una fioriera diversa, indebolisci prima la pianta. Tuttavia, se gran parte della fase di crescita è ancora davanti a lei, potrà riprendersi nei prossimi mesi e non perderà nulla nella sua crescita. Ciò significa che: prima rinvaserai il palmo della ventola, meglio prospererà in seguito.

Quanto deve essere grande il vaso da fiori?

Il vaso da fiori può difficilmente essere troppo grande. Quindi passa a un vaso di fiori che è più largo di qualche centimetro rispetto a quello vecchio. Inoltre, il secchio dovrebbe essere il più alto possibile. Le radici del palmo della ventola crescono in profondità e in verticale, in modo che un secchio profondo offra condizioni migliori.

Affidati a questo mix di terreno

Più grandi sono i palmi delle ventole, più è difficile prevenire il ristagno d'acqua. Non è più possibile sollevare grandi fioriere in modo che l'acqua in eccesso possa defluire. Pertanto, creare immediatamente un drenaggio e assicurarsi che l'attuale fioriera abbia uno scarico. Ciò impedirà alle radici di rimanere permanentemente in acqua e iniziare a marcire.

Il terreno dovrebbe anche essere costituito da una miscela di torba, sabbia, ghiaia e compost. Questi componenti assicurano un terreno sciolto e arioso con un buon valore di pH da 5 a 7. La radice della pianta si sente più a suo agio in questo ambiente. La ghiaia arriva direttamente sul fondo della fioriera e viene utilizzata per drenare l'acqua.

➜ Suggerimento:

Se il foro di scarico è troppo grande, la ghiaia cadrà. Puoi evitarlo coprendo il fondo del vaso con pietre più grandi e mettendoci solo sopra la ghiaia.

Come rinominare correttamente il palmo della ventola

Molti amanti delle piante rimuovono completamente il vecchio terreno dalla zolla radicale durante il rinvaso. Non farlo! Se possibile, lasciare la radice del palmo della ventola nello strato di terra. Ci sono due ragioni per questo. Per prima cosa, potresti danneggiare la radice toccandola. Il palmo della ventola è abbastanza insensibile, ma una radice danneggiata indebolisce l'intera pianta ed è un bersaglio ideale per parassiti e parassiti. D'altra parte, toccando gli spazi vuoti nella terra tra i fili della radice che sono difficili da riempire di nuovo.

Posiziona con cura il palmo della ventola nella nuova pentola e aggiungi terra. La radice deve essere completamente coperta dalla terra. Quindi versare il palmo della ventola e aggiungere un pizzico di fertilizzante completo all'acqua in modo che abbia tutti i nutrienti necessari per rilassarsi. Quindi mantenere come al solito (note su questo qui).


Video: SUBLOCAZIONE: ECCO SVELATI I PUNTI DEBOLI DEL BUSINESS (Luglio 2021).